Tutto ciò che ti circonda è il risultato della tua Vita interiore. Se la tua Vita interiore è scarna e poco curata allora ciò che ti circonderà sarà uguale. Se dai più attenzione al fare e all’apparire e ti dimentichi di essere ciò che otterrai sarà una vita infelice e fatta di piccole soddisfazioni e felicità effimera.

Immagina la tua Vita interiore come una palude: acqua putrida e stagnante dove non vi cresce più nulla e che attira insetti fastidiosi, come zanzare e sanguisughe. Puoi metterti lì con il retino e provare a scacciare gli insetti o a ucciderli, ma ti richiederà uno sforzo immenso, e, dopo qualche giorno, continueranno ad arrivarne degli altri.

Immagina, invece, se da questa palude iniziasse a sgorgare dell’acqua, acqua pura e limpida, acqua che prende il posto di quella putrida e stagnante; sta nascendo una sorgente. Una volta nata, questa sorgente attirerà animali bellissimi: uccelli, cervi, farfalle e tanti altri. Il luogo che prima era fetido e lasciato a sé ora è un magnifico posto dove altre creature viventi possono abbeverarsi e le piante possono crescere sane e forti.
In questo modo, per scacciare gli insetti non hai fatto alcuno sforzo, la sorgente ha fatto da sola, attirando a sé anche cose meravigliose.

Tutto questo è una metafora che rappresenta la tua Vita interiore. Quando sei connesso con chi veramente sei, quando sei consapevole, attirerai a te cose meravigliose, e le persone, inconsapevolmente, saranno gioiose accanto a te, perché berranno dalla tua sorgente.

L’articolo è stato estrapolato dal seguente video: